WeCare Onlus

BORSE di STUDIO per NGETTA in UGANDA

Siamo tornati da due settimane e abbiamo ancora gli occhi pieni dei colori, dei visi e dei sorrisi che l’Africa ci ha regalato. Abbiamo pensato tanto a cosa potevamo fare per ricambiare l’affetto con cui siamo stati accolti in Uganda, un Paese lontano e di cui non sapevamo niente fino a poco tempo fa

Ci siamo confrontati con Silvia Oteng, nostra amica ugandese e persona di grande fiducia e serietà, oltre che di grande cuore, dipendente presso l’ambasciata italiana a Kampala. Insieme a lei abbiamo pensato a questo progetto, che consiste nell’offrire un sostegno economico , tramite l’istituzione di borse di studio emesse da WeCare , ad alcuni ragazzi e ragazze particolarmente meritevoli, tutti provenienti da Ngetta, nel distretto di Lira, nel Nord Uganda. 

Attraverso le conoscenze di Silvia, che da sempre si prodiga per aiutare chi è in difficoltà, ed è originaria proprio di Lira, abbiamo cominciato a raccogliere qualche storia, per farvi capire chi potrebbero essere i destinatari del vostro aiuto.

 • Mi chiamo Sarah Aria, sono una ragazza di 13 anni e frequento il primo anno di scuola superiore, alla King James School, di Lira. Non ho mai conosciuto i miei genitori. La mia mamma è stata violentata negli anni della guerra civile, aveva solo 13 anni quando mi ha partorito. Lo shock dello stupro e del mio arrivo è stato troppo grande per lei e ha deciso di abbandonarmi. Non ho idea di chi sia mio padre. Sono stata cresciuta da una vedova, che si sta ancora prendendo cura di me, ma non ha disponibilità economica per pagare la mia retta scolastica. Purtroppo, in seguito all’ustione di un braccio, non posso esserle di grande aiuto nel lavorare in campagna: non riesco a vangare! La scuola rappresenta tutto per me: a causa del mio handicap fisico, il mio futuro dipende completamente dalla riuscita dei miei studi.

• Sono Gerald Okelo, la mia vita non è cominciata sotto una buona stella. I miei genitori erano poco più che bambini quando sono nato io. Oggi ho 13 anni, ho terminato brillantemente i primi 7 anni di scuola primaria e ora vorrei frequentare la prima superiore, ma ho bisogno di sostegno economico. La mia mamma è morta, mentre mio papà ha problemi di dipendenza da alcol e droga e vive per strada a Kampala. Non è in grado di badare a se stesso, tanto meno a me. Spero che qualcuno possa aiutarmi a completare gli studi, perché desidero davvero dare una svolta alla mia vita e diventare presto indipendente dal punto di vista economico.

 • Il mio nome è Moses Ongom, vivo con la mia mamma, perché mio papà non ha mai voluto riconoscermi come figlio: mi considera un errore di gioventù! Ho 15 anni e  frequento il secondo anno alla scuola superiore King James. Sono considerato un ragazzo intelligente, amo leggere e vorrei tantissimo avere l’opportunità di continuare il mio percorso scolastico. Purtroppo, senza il sostegno economico di mio padre, è impossibile per me. La mia mamma, nonostante tutti i sacrifici, non riesce a pagare la mia retta scolastica.

• Mi chiamo Elizabeth Akullo, ho 12 anni e frequento l’ultimo anno della scuola primaria. La mia è una famiglia numerosa, io sono la prima di sei fratelli. Fino a qualche anno fa, nonostante la guerra civile, la nostra vita famigliare trascorreva abbastanza serenamente. Poi un giorno una trasfusione non controllata ha infettato mio papà con l’HiV e da allora tutto è peggiorato. Mio papà è morto, mia mamma è attualmente molto malata e temo che ci lasci presto anche lei. Da me dipenderà la sopravvivenza e il futuro dei miei fratelli e per questo la scuola è così importante per me. Ho grande fiducia in Dio e so che non mi abbandonerà proprio in questo momento di grande bisogno.

 •• Sono Mr. Francis Okello e sono il direttore scolastico della Ngetta Boys Primary School. Molti ragazzi della nostra scuola avrebbero bisogno di un aiuto economico, ma vorrei portare alla vostra attenzione due studenti della settima classe della scuola primaria.

• Lona Patricia Abeja ha 14 anni, è una ragazza molto umile, religiosa e che si impegna molto. Purtroppo è orfana e questo rischia di compromettere il suo futuro, poiché nessun parente è disposto a pagare per la sua istruzione. 

Felix Otole, di 16 anni, frequenta il settimo anno della scuola primaria. Anche lui orfano, vive con la nonna, che però non sempre riesce a pagare la retta scolastica e questo è il motivo del suo ritardo nella conclusione degli studi: chi non è regolare nei pagamenti non può sostenere l’esame di fine anno per l’ammissione a quello successivo. Sarebbe un vero peccato se interrompesse gli studi, perché il suo unico ostacolo è di tipo economico. 

Ci piacerebbe veder cambiare le parole chiave di queste storie: basta parlare di passato, guerra civile, orfani e hiv. Vorremmo regalare loro istruzione, formazione professionale, lavoro…in una parola: futuro!

Abbiamo calcolato che bastano 30 euro al mese per pagare: retta scolastica, pernottamento al collegio, mensa, divisa, libri e materiale scolastico. Il periodo di sostegno dipenderà dal percorso formativo scelto dal ragazzo, in base ai suoi desideri e alle sue inclinazioni personali e sarà indicato nella prima scheda informativa. Ovviamente non si tratta di un vincolo, ma di una scelta. In qualsiasi momento, potrete scegliere di interrompere il vostro impegno economico, informandoci tempestivamente. 

Ci impegniamo a farvi avere foto e notizie sul rendimento scolastico e sullo stato di salute. Sarà possibile per voi scrivere in ogni momento e anche in italiano al vostro “figlioccio ugandese”, ci penseremo noi a tradurre! Se poi dovesse nascere in voi il desiderio di incontrare il ragazzo o la ragazza che deciderete di sostenere e di conoscere la realtà del Nord dell’Uganda, noi saremp disponibili anche ad organizzare il vostro viaggio e l’incontro.

Ultima nota economica.

WeCare è una Onlus, pertanto, per le persone fisiche l’adozione è deducibile dal reddito complessivo imponibile ai fini IRPEF in misura pari al10% del reddito complessivo dichiarato, e comunque, per un importo annuo non superiore ad euro 70.000. In alternativa, le donazioni sono detraibili dall’imposta lorda dichiarata ai fini IRPEF in misura pari al 26% della donazione e, comunque, fino all’importo massimo di euro 2.065 per ciascun anno d’imposta.

Per le aziende, le donazioni sono deducibili dal reddito complessivo imponibile ai fini IRES in misura pari al 10% del reddito complessivo dichiarato; e, comunque, per un importo annuo non superiore ad euro 70.000.

WECARE onlus

IBAN IT68X0303210300010000001482

Il conto postale 73840522

Specificando per Borse di studio per Ngetta

E per chi volesse donare il suo 5x1000 il codice fiscale è 01330580059

 

Photogallery

 

 

Torna indietro

 

Ultimi articoli

10/11/2017 - L'ambulanza è arrivata ad Aber

Finalmente dopo un lungo e complicato viaggio, la nostra ambulanza è arrivata all'ospedale Pope John XXIII in Aber

   

17/10/2017 - Anche l'Inner Wheel Milano Giardini ama WECARE

Martedì 17 ottobre, sotto la presidenza di Laura Balestreri Beccaris, l'Inner Wheel Milano Giardini, da sempre molto sensibile ai service nel settore medicale in paesi che versano in situazioni di difficoltà, ha dedicato la conviviale alla raccolta fondi per Wecare.

   

06/10/2017 - Fund raising per l'ospedale Pope John XXIII di Aber

In un clima di allegria si è svolta all'Osteria Tre Merli di Due Sture, che sta diventando uno dei nostri siti preferiti, grazie anche alla grande disponibilità dei titolari Massimo e Elena verso Wecare, una cena per raccogliere fondi a favore dell'ospedale di Aber ove abbiamo...

   

 

Prossimi appuntamenti

18/11/2017

Festa di fine anno

Venerdì 18 novembre al Circolo degli Alpini di Asti, festeggeremo la fine dell'anno con una raccolta fondi per la costruzione del nuovo...

 

WECARE ONLUS

Località Viatosto n° 24

14100 ASTI – ITALY

info@wecare-onlus.org

Realizzato gratuitamente con i servizi del CSVAA